SABATO

Museo Civico Archeologico

Via dell’Archiginnasio 2, sabato 9 novembre alle 16

Il leone dei Giardini Margherita

Al termine del delicato intervento conservativo che si è svolto nella modalità di cantiere aperto, vengono presentati oggi gli esiti conclusivi del restauro di una rara scultura a tutto tondo in pietra arenaria che raffigura un leone, proveniente dalla necropoli etrusca dei Giardini Margherita e databile alla fine del VI secolo a.C. Ingresso libero.

Mambo

Via Don Minzoni 14, sabato 9 novembre alle 14

Cesare Pietroiusti

In occasione della retrospettiva di Cesare Pietroiusti «Un certo numero di cose», il pubblico è invitato a partecipare a un torneo di scacchi che si prefigge di concludere la partita iniziata nel 1963 dall’artista con il padre Guido. La disposizione dei pezzi nell’opera «Una partita persa» costituirà lo schema iniziale di ogni sfida.

Alimentari di Halim

Via Centotrecento 19/A, sabato 9 novembre alle 18

Exit

Il gruppo Avanguardie 20 30 presenta la terza edizione di «Exit», lo spin-off di «Festival 20 30». Gli artisti invitati a partecipare dialogano con contesti sempre diversi per dar luogo ad eventi pubblici in cui il pubblico possa sbirciare sulla città da un punto di vista inaspettato. Quest’anno sono quattro alimentari e mini-market di Bologna a ospitare la nuova edizione, che presenta in tutto dieci mostre, ciascuna della durata di un pomeriggio. Info su facebook.com/festival2030.

Pieve di Cento (Bo), Museo Magi’900

Via Rusticana A/1, sabato 9 novembre dalle 10 alle 17

Fabrizio Loschi

Inaugurazione della mostra “Solchi, tracciati, testimoni”.